Ti sarà inviata una password per E-mail

Si chiama Rylo, ed è un prodotto davvero ambizioso, uno di quei prodotti che, con il marketing giusto, potrebbe far tremare il colosso GoPro.

Le camere VR che girano a 360° non sono questa grande novità, per questo motivo all’inizio sono stato piuttosto scettico quando ho letto di questa nuova release.

Rylo però sembra avere qualcosa di più rispetto alla concorrenza: sta nel palmo della tua mano e possiede due videocamere che registrano in 4k (la risoluzione passa a 1080 quando la si utilizza nel formato tradizionale). Ogni obiettivo cattura 208° di campo e ha un’apertura fissa di f/2.8.

Un’app rivoluzionaria

Ma la rivoluzione non parte tanto dall’hardware, quanto dal software. Finalmente, un’app che comunica con la tua action camera fatta come si deve. Punto.

Quando facciamo partire la Rylo app possiamo vedere ciò che la camera registra e manipolarne i risultati. Quando Rylo gira un video, cattura tutto ciò che è intorno a te e, grazie al software, è possibile modificare tutto direttamente dallo smartphone come se avessi a disposizione una regia multicamera.

Quando utilizziamo gli strumenti “Points” è possibile creare panoramiche da un punto ad un altro, da una persona ad un oggetto, utilizzando dei semplici comandi.

Lo strumento Follow permette invece di bloccare l’attenzione su un target specifico all’interno del video e di rincorrerlo mentre si muove.

Lo strumento FrontBack inserisce un’immagine nell’immagine permettendo di riprendere ciò che succede in entrambi i versi di Rylo, permettendo di raccontare in contemporanea la propria storia. Uno strumento davvero utile per Instagram (avete già letto la nostra guida per girare storie per Instagram?).

Stabilizzazione, la principale funzione di Rylo

La stabilizzazione dell’immagine è impressionante. Onestamente, è stata questa la funzione che mi ha fatto saltare dalla sedia e che non vedo l’ora di provare.

Rylo utilizza un approccio sotware per eliminare il “camera shake” e i risultati sono sensazionali. Il video corretto risulta fluido e puoi anche sistemare la linea di orizzonte direttamente dall’app.

I video sono poi registrati su una micro SD con una 16GB inclusa nella confezione, insieme a una batteria, un caricatore e un sacchetto per proteggere la camera. La batteria, a detta di chi ha già avuto modo di testarla, dura circa 60 minuti di registrazione continua. Ve ne serviranno almeno un paio.

Al momento l’app di Rylo è disponibile solo per iOs e il prodotto costa circa 500€, un prezzo un po’ alto per un prodotto che si configura come l’antagonista principale di quella che è la GoPro Fusion.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale di Rylo Camera.

La acquisterete? Fatecelo sapere nei commenti e iscrivetevi ai nostri social per tutti gli aggiornamenti!
Inline
Inline