Ti sarà inviata una password per E-mail

Il miglior modo per imparare è, ve lo assicuro al 100%, mettersi in gioco.

Per questo motivo grazie alla recentissima collaborazione che abbiamo avviato con Userfarm abbiamo deciso di proporvi una serie di tutorial di cui potrete usufruire per realizzare emozionanti video.

Obiettivo: essere selezionati in contest come quello che Jaguar ha promosso sulla piattaforma di Userfarm (10.000 euro di compensi)

Jaguar ha chiesto alla community di Userfarm (di cui potete far parte iscrivendovi qui) di realizzare un video utilizzando una tecnica davvero unica: la doppia esposizione.

Che cos’è la doppia esposizione

Per i più informati tra voi, la tecnica della doppia esposizione o double exposure, è una tecnica utilizzata dai videografi per realizzare immagini astratte e surreali date dalla combinazione di due video diversi.

Ma come fare per realizzare un progetto con la doppia esposizione e darsi una chance per essere selezionati nel contest Jaguar?

Esistono tre diverse opzioni, che vi elencherò di seguito.

Opzione 1: Realizzare un progetto in After Effects

È la soluzione che richiede più tempo, ma che regala maggiori soddisfazioni in termini di personalizzazione e cura del progetto.

Selezioniamo due immagini che andremo a sovrapporre, facendo attenzione a scegliere qualcosa che crei una certa profondità nell’immagine.

La figura di un animale e un paesaggio andranno benissimo. Io, ho scelto il primo piano di un orso e un gruppo di montagne per iniziare il mio progetto. 

Realizzazione

Apriamo Adobe After Effects e scegliamo Nuova Composizione.

La composizione potrà essere della durata di 15 secondi in un formato che potrete scegliere a vostro piacimento. Io l’ho impostata in Full HD a 25fps.

Selezioniamo dal menù File>Importa>File… e andiamo a importare le due immagini che abbiamo scaricato all’interno del nostro progetto.

Carichiamo il nostro orso (o la creatura che avrete scelto di inserire nel vostro progetto!) all’interno del progetto trascinando il file nella composizione.

Con lo strumento Penna di After Effects iniziate a tracciare i contorni dell’animale senza fare particolare attenzione ad imperfezioni.

Una volta tracciati i contorni dell’immagine dovreste avere un risultato del genere

Adesso aggiungiamo il nostro elemento di sfondo all’interno della timeline andandolo a posizionare nel livello inferiore.

Successivamente nel pannello di controllo della timeline andremo a selezionare Mascherino Alfa “Orso” nel pannello a tendina del Mascherino Traccia

Ecco cosa dovrebbe accadere alla vostra immagine

La personalizzazione

Da questo momento in poi, non dovete porre limiti alla vostra creatività! Tutte le modifiche ai movimenti delle immagini e alle sfumature delle maschere saranno importantissimi per modificare l’impatto del vostro video.

Selezioniamo il livello “Orso” e con la combinazione di tasti command + D andiamo a duplicare il nostro amico a quattro zampe.

Successivamente spuntiamo il simbolo con l’occhio per rendere visibile il livello e andiamo a modificare i parametri del menù Maschera per raggiungere il risultato di cui abbiamo bisogno.

La modifica di opacità, espansione e sfumatura della maschera su entrambi i livelli ci permetterà di ottenere un risultato diverso in base alla necessità.

Una volta modificate le maschere associate al vostro primo livello, ragioniamo sul movimento e sulla dinamicità del video.

Nel mio video ho inserito uno sfondo statico a cui ho dato un effetto di bianco e nero (Effetto > Correzione Colore > Bianco e Nero) e che ho animato attraverso i controlli di punto di ancoraggio.

Per animare lo sfondo e farlo muovere da destra verso sinistra, selezionate il livello sfondo, premete il tasto A sulla tastiera e andate sul primo frame della timeline.

Impostate un punto di partenza del vostro sfondo e cliccate sull’icona simile a un cronometro (o ad un orologio, fate voi).

Una volta impostato il keyframe di partenza, spostatevi di 10 o 15 secondi sulla timeline con il cursore e modificate i valori di punto di ancoraggio per decidere dove si dovrà trovare il vostro sfondo in quel determinato momento.

Impostate il keyframe finale cliccando nuovamente sull’icona del cronometro.

Facendo ripartire il filmato dall’inizio della vostra timeline dovreste vedere il movimento dello sfondo.

Eseguite la stessa operazione per il livello che si trova all’interno della maschera principale e create il movimento che preferite.

Consigli

In generale, preferisco sempre non esagerare con i movimenti di posizione e punto di ancoraggio in quanto è molto più piacevole un movimento fluido e leggero dell’immagine.

Se non volete utilizzare immagini da animare, potete scegliere dei video da adattare sullo sfondo e all’interno della maschera principale.

Vi posto qui il mio risultato, ottenuto con alcuni semplici passaggi.

Per aiutarvi a comprendere meglio i passaggi che ho fatto vi ho messo a disposizione il progetto di After Effects con i file e i piccoli accorgimenti che ho operato sui livelli.

Scarica il progetto

Opzione 2: Scaricare un template per After Effects

Se creare il progetto da zero non fa per voi o non avete tempo da dedicare alla “impalcatura” del progetto, allora il mio consiglio è quello di inserire un template all’interno della catena di montaggio.

Un template è un progetto pre-formattato di After Effects che consente di risparmiare molto tempo e che tanti professionisti, me compreso, utilizzano per aiutarsi in alcune fasi del workflow per portare a casa un risultato veloce.

Utilizzare un template non risolverà il compito di mettere in moto la vostra creatività!

Un modello per la progettazione di un video con doppia esposizione vi permetterà però di dedicare più tempo alla parte di scrittura e di ideazione del progetto.

Potrete realizzare un video per Jaguar da caricare su Userfarm che sia strepitoso e che combini grafica di qualità a un ottimo storytelling.

Solitamente acquisto su Envato i template per After Effects e, più precisamente, su VideoHive.

Trovate alcuni template visitando questo link.

Opzione 3: Utilizzare un’app per smartphone

E come dicono i grandi showmen: The last but not the least! Il nostro smartphone può ancora una volta regalarci grandi soddisfazioni.

Se è vero che la migliore videocamera è quella che abbiamo sempre con noi, allora tanto vale utilizzarla!

Dovete sapere che la nostra collaborazione con Userfarm non nasce a caso: il nostro punto di incontro è sempre stato quello di accompagnare il videomaker in ogni fase della sua crescita professionale, permettendogli di essere selezionato in contest importanti da mettere a portfolio.

Per questo motivo, perché non dare una spinta alla creatività permettendo anche ai nuovi appassionati di video di partecipare?

Ho selezionato per voi un’app davvero fantastica: si chiama Fused – Photo Editor & Double Exposure Video Blender e consente di fare tutto quello che ci siamo detti finora (doppia esposizione foto e video) direttamente tramite l’app del nostro telefono!

Il funzionamento è piuttosto semplice: basta caricare le foto e creare dei livelli agendo sull’eliminazione di zone superflue dell’immagine. Praticamente un po’ quello che si farebbe con After Effects!

Successivamente è necessario utilizzare le impostazioni dell’app per raggiungere l’effetto desiderato ed esportare la vostra creatività.

Il mio consiglio è sempre quello, in questi casi, di generare dei file singoli che poi potrete montare successivamente con Adobe Premiere o con iMovie e similari, direttamente dal vostro smartphone.

E per questo tutorial è tutto! Vi ricordo che potete partecipare al contest di Jaguar cliccando direttamente qui o sul pulsante che trovate qui sotto. Vi consiglio vivamente di farlo, Userfarm mi ha dato spesso grandi soddisfazioni!
Partecipa al contest
Inline
Inline